intestazione

20100523

Stirare una camicia

Abbiamo un problema. O meglio, VOI tutti avete un problema. Eh si perche' in seguito a dei dubbi fomentati da degli imbecilli (ma sopratutto appartenenti al genere femminile) mi sono ritrovato a cercare info su una cosa che gia' ampiamente conosco e so fare bene: stirarmi una camicia. Questo feticcio pericoloso, la camicia. Attenzione che vi morde, e sopratutto stirarne una sola vi costringera' ad essere bloccati in casa per dei mesi tanto tempo richiede.
Ma fatemi il piacere...
Tempo medio per stirare una camicia, se siete lesi e/o imbrantati e/o la state stirando con pietre incandescenti, pari a 10 minuti. Gia' dalla seconda camicia che stirerete bastano 5 minuti scarsi, posto che abbiate come il grossa parte del genere umano 2 braccia e 1 cervello sviluppato.
Prima di partire con le spiegazioni di come si stira, diciamo cos'e' una camicia.
La camicia HA le maniche lunghe, quelle a mezze maniche potete chiamarle ugualmente camicie ma non hanno nulla a che vedere con la rappresentazione dell'eleganza maschile. La camicia si indossa perche' indica (a seconda dei casi e di chi la indossa) raffinatezza, eleganza, amor proprio.
Non fraintendete, anche io a volte indosso camicie a maniche corte, ma di sicuro non vado in giro a sentirmi la persona piu' elegante del mondo, e non mi elevo da chi indossa una normalissima maglietta di cotone.
Per chi indossa la Camicia, quella con la C maiuscola ossia con le maniche lunghe, ci sono quattro categorie da distinguere:
1 - il pezzente che pensa che la camicia lo renda elegante, ma che non dispone ne' di eleganza ne' di capacita' per sapere come va indossata una camicia;
2 - la persona che vuole essere elegante, ci prova ma inesorabilmente fallisce;
3 - la persona che ha stile e conosce le regole dell'eleganza;
4 - quello che non sa un cazzo ma che ha i soldi per farsele stirare da chi lo fa di mestiere e quindi, pur risultando impeccabile ed elegante, spesso rimane un povero sfigato che poi di stile non sa nulla.

Altra precisazione doverosa, se pensate che le camicie debbano stirarle le femmine avete fallito in partenza. L'uomo dovrebbe avere cura delle sue piu' importanti cose, tra le quali troviamo le camicie. Per questo ogni uomo dovrebbe essere geloso delle sue camicie e non far avvicinare nessuna donna pericolosamente armata di ferro da stiro.
La Camicia stirata a dovere implica che quest'ultima abbia BEN VISIBILI le piegature realizzate col ferro da stiro lungo le maniche (e polsini) e verticalmente lungo il torace: fondamentalmente come se fosse stata aperta e indossata dopo averla appena acquistata o ritirata da una tintoria.
Non ci sono ne' cristi ne' madonne ne' gusti personali: gli stilemi dell'eleganza maschile sono immutati da lustri e lustri perche' sono giusti. Tutto il resto sono interpretazioni da pezzenti. Punto.
Poi ci sono quelli che purtroppo non lo sanno, ovviamente con quello che ho scritto prima non volevo offendere chi ancora non lo sa. Per loro, e per quelli (ma sopratutto quellE) che in questi giorni si sono permessi di dispensare a me consigli di buon gusto/eleganza, non sapendone un emerito cazzo riguardo l'argomento, ho cercato in giro per internet e con estremo raccapriccio mi sono accorto che circa il 110% della rete si crede di sapere cosa sia lo stile e il buon gusto e soprattutto crede di saper stirare una camicia.
Ma poi d'improvviso la perla, ho trovato la perla che realmente spiegava come va stirata una camicia. Non ero il solo per la rete che sapeva stirare una camicia! E prima di me avevano realizzato un'ottima guida con immagini per aiutare in questa affatto difficile operazione che, ripeto, ogni uomo dovrebbe saper eseguire. Riporto la guida, con relative immagini dal blog Massaie SCS.

PARTI DAL COLLO!

Stira il collo della camicia prima da un verso e poi dall'altro.


PASSA ALLE SPALLE

Prima stira la parte sinistra del carrè, poi la parte centrale e infine quella destra.




LE MANICHE


Apri bene il polsino e stiralo prima da un verso e poi dall'altro. Poi appoggia la manica all'asse allineando bene la cucitura sotto l'ascella e stirala dal polso verso la spalla.



I POLSINI

Quando hai finito di stirare la manica, adagia il ferro sul polsino stirato e chiuso.



IL DAVANTI-1

Stira prima il lato senza bottoni, procedendo dal basso verso l'alto.



IL DAVANTI-2

Passa quindi al lato con i bottoni, sempre stirando dal basso verso l'alto.



IL DIETRO

Il dietro della camicia si stira in una volta sola, facendo attenzione a non creare inestetiche pieghette.




LA PIEGATURA-1

A meno che tu non voglia appendere la camicia appena stirata a un omino (in questo caso chiudi solo il primo bottone del colletto), dovrai procedere alla piegatura. Perché non abbia pieghe storte e asimmetriche, segui le nostre istruzioni. Prima mossa: chiudi i bottoni, a partire dal colletto, uno sì e uno no.




LA PIEGATURA-2

Afferra ora le estremità delle spalle come nel disegno e adagia la camicia così allineata sull'asse, a pancia in giù.



LA PIEGATURA-3

Piega il primo lato della camicia secondo un asse parallelo all'altezza e quindi riponi la manica nello stesso senso, come nel disegno.




LA PIEGATURA-4

Fai attenzione perché durante questa operazione la distanza tra collo e punto di piegatura sulla spalla deve essere uguale su ambedue i lati.



LA PIEGATURA-5

Dopo aver piegato in due la camicia e controllato che la piegatura sia simmetrica, passate il ferro sulle pieghe, come nel disegno.


RIPORRE LE CAMICIE

Una volta stirate e piegate, le camicie possono essere riposte nel cassetto una sopra l'altra, ma in modo che i colletti rimangano liberi e alternati.

Nessun commento:

Posta un commento